Corde & Cordini

Come scegliere una corda d'arrampicata

kalimnos_blue_1000Le corde utilizzate nell’arrampicata hanno tutte la particolarità di essere ‘elastiche’.  Per questo vengono chiamate dinamiche . Troviamo in commercio numerosi tipi di corde dinamiche, con diametri che variano dagli 8 agli 11 mm, in funzione della loro destinazione.

Con l’evoluzione dei materiali usati per la costruzione delle corde, il loro diametro si è molto ristretto negli ultimi anni. Per confrontare due corde di uguale diametro possiamo controllare il rapporto peso/lunghezza, presentato nell’etichetta in grammi per metro (g/m).

Le corde dinamiche sono composte da un’anima centrale  di trefoli intrecciati, che regge il 70% del carico, e da una calza esterna che aiuta e protegge l’anima da abrasioni, umidità e radiazioni solari. L’anima non è legata alla calza e in piccola parte può scorrere al suo interno. Norme CE e UIAA hanno stabilito che l’anima non debba scorrere più del 2%.

Corde Singole

Le corde singole sono le più usate in falesia come ormai anche in alta montagna, sono più resistenti e lunghe di tutte le altre, e le uniche che possono essere usate una per volta. Le corde singole si trovano in misure di 60, 70, o anche 80 metri. Le più usate sono solitamente quelle da 70, perché permettono di arrampicare su tiri alti sino a 35 metri.

Il diametro delle corde singole varia da 11 agli attuali 8,7mm. Corde spesse non reggono necessariamente più di altre sottili, mentre corde sottili non sono necessariamente più leggere di altre spesse. Corde particolarmente sottili sono apprezzate per essere leggere e maneggevoli, ma si sciupano più in fretta. Leggete sempre tutte le specifiche riportate nell’etichetta, e controllate il numero massimo di cadute per il quale sono garantite.

Quando state decidendo il diametro di una nuova corda tenete a mente cosa voi e i vostri compagni di cordata usate per fare sicura. Il GriGri ad esempio non può essere usato con corde di diametro inferiore ai 10mm, mentre alcuni secchielli non frenano corde singole sotto i 9mm

Mezze Corde

Le mezze corde si usano solamente se appaiate, e sono in genere impiegate per arrampicare su vie a più tiri. Un grande vantaggio dell’uso delle mezze corde è la possibilità di calarsi per 50 o 60 metri, anziché i 30 permessi da una corda singola, permettendo di tornare a terra più velocemente. Oltretutto in caso di rottura di una corda si può fare affidamento sull’altra (entro certi limiti). Il diametro delle mezze corde è inferiore a quello delle singole, e varia da 7,3 a 9 mm.

Tenendo presente che queste corde vanno sempre usate in coppia, cerchiamo di comprarle due alla volta, in modo da consumarle assieme. È sempre meglio arrampicare con due corde in ottimo stato, evitando di affidarci una corda nuova e una vecchia. Le due mezze corde che usiamo devono sempre essere della stessa lunghezza, per evitare di farci commettere errori in fase di discesa.

Anche le corde gemellari vanno sempre usate appaiate, come fossero una corda singola, ma in seguito ai progressi fatti nella manifattura delle corde singole stanno ormai sparendo dal mercato

Corde attualmente sul mercato

Questa lista comprende qualche modello di corda dei produttori più conosciuti. Per essere più equilibrato possibile la tabella include solo corde singole di diametro compreso tra 9,1 e 9,8 mm. Il prezzo (che puo variare da rivenditore a rivenditore) è quello del modello da 70 metri.

Produttore Modello Trattamento Diametro (mm) Peso (g/m) Camicia (%) Allungamento Din (%) Cadute Prezzo
Beal Stinger Unicore Dry 9.4 59 38 33 8 200
Beal Stinger Unicore Esterno 9.4 59 38 37 8 170
DMM Orbit Dry 9.6 61 38 ? 8 190
Edelrid Swift Pro Dry 8.9 52 34 33 5 202
Edelweiss Performance Esterno 9.2 57 ? 37 5 205
Edelweiss Performance Dry 9.2 57 ? 37 5 240
Gilmonte Next Esterno 9.6 60 35 34 7 150
Mammut Infinity Dry 9.5 59 40 30 8 220
Mammut Infinity Esterno 9.5 59 40 30 8 160
Mammut Infinity Nessuno 9.5 59 40 30 8 120
Maxim Pinnacle Dry 9.5 61 36 40 7 $295
Metolius Monster Dry 9.2 53 50 35 5 240
Millet Magma None 9.5 57 ? 35 6 155
Petzl Arial Esterno 9.5 58 40 32 7 180
Petzl Volta Esterno 9.2 55 42 33 6 205
Roca Kalymnos Nessuno 9.8 64 ? 30 6 96
Sterling Fusion Nano IX Dry 9.0 52 ? 33 6 280
Tendon Master Dry 9.1 56 ? 29 5 140

Perché le corde sono dinamiche?

Durante una caduta un arrampicatore è soggetto dapprima a un’accelerazione, e poi a decelerazione. Lo scopo dell’elasticità delle corde è di dissipare gradualmente la forza d’arresto prodotta al termine di una caduta, evitando lo ‘strappo’ finale.

Da numerose ricerche si è stabilito che la massima forza di arresto che un uomo può sopportare corrisponde circa a 15 volte il proprio peso corporeo (in una caduta con la testa in alto, 5 volte in caso di caduta con la testa in basso). Una persona del peso di 80kg può quindi sopportare una forza di arresto non superiore a 1200 daN (1Kg= 9.8 N    F= 80*9.8*15= 1200daN).

Le corde devono quindi essere abbastanza elastiche da non trasmettere mai una forza d’arresto superiore ai 1200 daN (=12kN). La normativa Europea che regola la produzione di corde dinamiche per l’arrampicata è la EN 892. Oltre ai materiali e la lavorazione delle corde questa stabilisce una serie di parametri che permettono l’omologazione.

Resistenza statica

Le corde vengono tirate lentamente sino a raggiungere il punto di rottura. Questo non deve verificarsi prima di aver raggiunto 18kN. Un secondo test prevede l’introduzione di un nodo.  Sappiamo che i nodi possono limitare enormemente la tenuta di una corda, sino a ridurne la resistenza del 50%. Tirando la corda fissata con un nodo delle guide, questa deve resistere una tensione di almeno 12kN.

Resistenza Dinamica

Ogni corda nuova riporta nell’etichetta il numero di cadute per il quale è garantita. Per essere omologate le corde devono resistere almeno 5 cadute da 5 metri d’altezza con fattore di caduta 1. Le corde singole vengono testate con un peso di 80kg, le mezze con uno da 55kg. La forza di arresto alla prima caduta non deve superare i 12kN per le corde singole, e 8kN per le mezze. I test vengono ripetuti a intervalli di 3 minuti. Anche se per essere omologate EN892/UIAA le corde devono sopportare solo 5 cadute, le case produttrici continuano il test e garantiscono le corde per un numero di cadute solitamente superiore, spesso 8.

Deformabilità a carico dinamico

Al termine di una caduta di un peso di 80kg dall’altezza di 5 metri, le corde non devono allungarsi oltre il 40% della dimensione iniziale

Deformabilità a carico statico

Per controllare l’elasticità a carico statico viene attaccato un peso di 80kg a un capo della corda, la lunghezza sotto carico non deve essere più dell’8% della dimensione iniziale nelle corde singole e 10% nelle mezze corde. Nonostante l’elasticità sia la caratteristica principale delle corde d’arrampicata, un allungamento eccessivo rende le manovre particolarmente laboriose. Si cerca quindi di creare corde dinamiche che assorbano la forza di arresto con la minor estensione possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *